Declinazioni dello spazio abitato in terra d'utopia

Carmelina Imbroscio

Resumo


Il tema dello spazio è sempre stato considerato importante nelle utopie letterarie, ma lo si è solitamente studiato in relazione alla descrizione, preponderante – in questi testi - rispetto alla narrazione propriamente detta. È invece interessante esaminare la dimensione spazio/visuale dell’altrove utopico organizzato per vedere come assetto urbanistico e architettura siano, in esso, oltre che simboli, veri e propri attanti, con funzione che qui abbiamo definito “performativa”. Vi sono in utopia, cioè, luoghi, edifici, pratiche (legate sempre alla dimensione spaziale), che non solo rappresentano alcuni princìpi fondanti della collettività utopica, ma che anche realizzano tali princìpi. Ci sono spazi che ospitano il potere, ma che anche lo esercitano; luoghi che rappresentano il benessere materiale della collettività, ma che anche lo distribuiscono, ecc. Fondamentale il tema dello sguardo: che attraversa lo spazio del privato, che veglia e sorveglia, che insinua il germe distopico nell’altrove ideale.


Texto completo:

PDF

Apontamentos

  • Não há apontamentos.