Campanella, l’immaginazione utopica al servizio del cesaropapismo

Carlos E. O. Berriel

Resumo


Tommaso Campanella è, indubbiamente, l’autore dell’utopia più sintetica e che meglio esprime gli intricati problemi della Riforma e della Controriforma. Questa utopia è anche la sua opera politica più conosciuta, la Civitas Soli, dove egli espone la sua repubblica ideale, basata su un’interpretazione nettamente personale della filosofia della natura di Bernardino Telesio. C’è in essa una polis teocratica e allo stesso tempo aristocraticamente comunista. La sua struttura è ampia, complessa, audace, e per capirla bisogna collegare nozioni funzionali di quel periodo storico – ensiamo alla crisi religiosa, con la riordinazione della Chiesa Cattolica el processo del Concilio di Trento, alla consolidazione della monarchia spagnola sotto l’assolutismo, alle guerre di religione in Francia, al passaggio del mercantilismo alla manifattura e, infine, pensiamo alla rivoluzione scientifica.


Texto completo:

PDF

Apontamentos

  • Não há apontamentos.