L’utopia di fronte ai problemi della famiglia e della donna nel fra Sette e Ottocento

Laura Tundo Ferente

Resumo


Dopo un rapido sguardo alle diverse concezioni filosofiche e della famiglia e alla prassi socio-antropologica, il saggio discute le proposte di emancipazione della donna nella progettazione utopica dell’Ottocento e la loro influenza nella trasformazione della famiglia, individuando i fattori storici del cambiamento. La rivoluzione industriale, il diffondersi dei Lumi, le rivoluzioni politiche, americana e francese, riversano molti dei loro effetti sulla famiglia: modificano i rapporti fra i sessi, trasformano il ruolo lavorativo e sociale delle donne, evidenziano la storicità dell’istituto familiare. Con la Rivoluzione vengono introdotte nuove regole per il matrimonio e l’ordine domestico e si “ apre il vaso di Pandora delle rivendicazioni femminili”. In seguito saranno i progetti utopici degli “ingegneri sociali” a rilanciare sia la riflessione teorica sulla condizione della donna, la forma della famiglia, l’organizzazione della società, sia la spinta alla prassi. Così come saranno gli scritti e i comportamenti di molte personalità femminili a far avanzare il livello di consapevolezza delle donne e portare avanti l’impegno per la loro emancipazione. L’analisi prosegue discutendo la posizione di C. H. de Saint-Simon e della scuola di P. Enfantin. Si sottolinea la novità dell’impegno che sorge in questo momento: le donne non ritengono più indispensabile essere guidate dai teorici e, per la prima volta, si dimostrano capaci non solo di riflessione, ma anche di azione autonoma e indipendente, come nel caso di Flora Tristan. Infine il saggio ricostruisce la fine analisi e il progetto utopico radicalmente innovativo di Charles Fourier relativamente alla concezione dell’amore, alla morale privata e pubblica, alla condizione personale e sociale della donna e alla trasformazione della famiglia, che coinvolge la società intera, globalmente considerata come contesto storicoepocale, la Civilisation, una fase della storia umana, profondamente viziosa e corrotta che ha perduto i legami con la natura originaria dell’uomo.


Texto completo:

PDF

Apontamentos

  • Não há apontamentos.