Livelli del pensiero utopico: antropologia, storia, letteratura

Cosimo Quarta

Resumo


In cui si cercherà di dimostrare come l’utopia sia anzitutto un fenomeno antropologico, in quanto la progettualità costituisce un carattere fondamentale e originario della specie umana, come ci attestano, tra gli altri, i recenti studi di paleoantropologia, al punto che l’uomo può definirsi «sapiens» in quanto «utopicus».
Inoltre, l’utopia si rivela originariamente anche come progetto storico, dal momento che l’uomo, essendo indefinita potenzialità, è proteso incessantemente a divenire quel che ancora non è, ossia ogni autentica esistenza umana è orientata verso il dover essere. Ma poiché l’uomo è un essere sociale, egli, progettando se stesso, progetta anche la storia.
Solo a questo punto, ossia dopo che si è rivelata prima a livello antropologico e poi a livello storico, l’utopia si manifesta a livello letterario, inizialmente in forma mitica, successivamente come progetto filosofico e, infine, come romanzo utopico.


Texto completo:

PDF

Apontamentos

  • Não há apontamentos.